Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 18 febbraio 2009

scansione-disegno1T.R.Mambo Tango Via Lamarmora-Cagliari

Sabato 21 febbraio 2009, ore 23,00.

Il reading Stomaco arriva al T. R.Mambo Tango di via Lamarmora in Castello. Sabato 21 febbraio 2009 alle ore 23, lo Stomaco’ pulsante del giovane scrittore cagliaritano Francesco Melis, per la voce densa e graffiata dell’attore Carlo Angioni, e l’accompagnamento musicale del maestro Stefano Rachel al piano elettrico, arriva nel cuore pulsante di Cagliari, dopo il buon successo ottenuto a metà dicembre al Canone Inverso.  Con lo stomaco per lo stomaco, sinchè smetta di brontolare. Dallo stomaco quindi, ma anche per stomaci attenti e voraci. Tre i racconti sui quali si accenderanno i riflettori sabato al Mambo Tango. Storie semplici, popolari. D.O.P, di origine proletaria come ama definirli qualcuno, ma anche raccontanti il popolo, che vive, che lavora, che ama, che muore. Il popolo della strada. Dei giorni nostri, ma non per forza, delle nostre latitudini, ma anche diverse. E soprattutto, per il popolo, per gente normale, ma anche speciale, che vive, che lavora, che ama, che muore. Tutti i giorni. Broker è un rapinatore strafatto di coca e spietato, che, in quel di Londra uno di questi giorni, assale un off-licence all’ora di punta(compreso nella raccolta di racconti ‘Pioggia di parole’ della Domusdejanas editore); Paoletto è un ex-tossico, ma neanche tanto ex, al secolo Matteo  non so che, figlio e  vittima di una strada ingenerosa, e di un destino che ancora non conosce bene e che lo attende dietro all’angolo; Fisietto invece è figlio del barbiere, ma anche di un centro storico cagliaritano che non c’è forse più, conosciuto e benvoluto, tanto da diventarne una leggenda(compreso nella raccolta di racconti’Messaggi in bottiglia’ della Domusdejanas editore, di prossima uscita).

Orario: 23,00

Ingresso: Gratutito

Per Informazioni: 3489365744; 3334311914.

Annunci

Read Full Post »

mariagraziasughi

Teatro Club, via Roma 275 Cagliari

19-20-21 febbraio 2009

Debutta “Alla ricerca del giudice giusto”, la seconda delle tre puntate de “Il diritto e il suo rovescio”, la nuova produzione del Teatro Stabile della Sardegna.

La prima puntata del Diritto e il suo rovescio si chiudeva con un grande incendio: l’ingiustizia perpetrata dai potenti sugli umili aveva provocato una sommossa, e il tempo e l’ordine del mondo sono ora “scardinati”. La seconda puntata, Alla ricerca del giudice giusto, apparentemente devia dal racconto principale, e accompagna Grusa, la protagonista del Cerchio di gesso del Caucaso, nella sua fuga attraverso i monti, il fardello di un bimbo in fasce stretto al seno; un bimbo non suo, da lei fortunosamente salvato dalla morte durante la sommossa: è il figlio del governatore della città, che la madre vera ha abbandonato per terra in un cortile del palazzo nella fretta di salvare se stessa – e i propri vestiti – dalla furia rivoluzionaria. Grusa, giunta attraverso mille peripezie al ghiacciaio dello Janga Tau e alla passerella che la porterebbe alla salvezza, incontra qui Eleonora d’Arborea, custode della passerella e della vicina fonte di Abba Frisca: l’Eleonora leggendaria però, quella che vive in tanti canti e racconti popolari della Sardegna. Sarà lei a illustrare a Grusa il percorso mitico del Giudice giusto (quale è adombrato nelle deliziose scene dei giudici Itzochor e Barisone tratte da Passavamo sulla terra leggeri di Sergio Atzeni) e a mettere alla prova Grusa, permettendole infine il passaggio dall’altra parte dei monti, in un luogo dove forse sarà possibile, a Grusa e a noi tutti, rivedere come diritto e giustizia tornino a coincidere.


Drammaturgia Anna Zapparoli e Guido De Monticelli
Regia Guido De Monticelli
Musiche Rossella Faa
Elementi scenici e di costume Pietro Rais e Arianna Caredda
Regista assistente Rosalba Ziccheddu


Con Maria Grazia Bodio, Lia Careddu, Corrado Giannetti, Paolo Meloni, Isella Orchis, Cesare Saliu, Maria Grazia Sughi

Orario: 21:00

Informazioni: contattare il numero verde 800 88 11 88

Rassegna: La giustizia perduta

Read Full Post »