Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 10 settembre 2009

La decima stagione “Il Grande Teatro dei Piccoli” organizzata dalla Compagnia viaggiante di Burattini e Marionette “Is Mascareddas” si svolgerà presso il Minimax dal 3 Ottobre al 14 Dicembre 2009.

image

La Compagnia Is Mascareddas ha portato in Sardegna dal 2001 ad oggi 55 compagnie nazionali (di cui 11 sarde) più 8 formazioni straniere e vanta una media di 140 abbonati.
Quest’anno ben 16 compagnie da tutta Italia e una nuova location, il MiniMax, onoreranno la decima edizione.
Durante i tre mesi di programmazione il ridotto del Teatro Massimo ospiterà 18 spettacoli, suddivisi in 12 recite serali (il sabato e la domenica alle ore 18.00) e 6 matinée rivolti alle scuole (il lunedì alle ore 10.30).
Prima dell’avvio della storica stagione di teatro per i ragazzi, l’autunno di Is Mascareddas si aprirà però col prestigioso Festival Internazionale di arti sceniche, il XVI Porto Alegre Em Cena.

PROGRAMMA “Il Grande Teatro dei Piccoli”
Entrando nel vivo del cartellone de “Il Grande Teatro dei Piccoli” 2009 si segnala, innanzi tutto, l’inaugurazione della stagione, sabato 3, domenica 4 e lunedì 5 ottobre con un duo di virtuosi della burattineria, l’italiano Alberto De Bastiani e lo spagnolo Salvador Puche, in scena con “La leggenda di coniglio Volante”. Al centro dello spettacolo diretto e musicato da Gigio Brunello le vicende di un artista circense, il coniglio Volante, narrate da suo nipote Ginetto, un roditore bianco già apparso nelle prime piéce per teste di legno di Brunello, autore specializzato nell’innesto di una drammaturgia innovativa nella tradizione burattinesca italiana.
Sabato 24, domenica 25 e lunedì 26 ottobre ritorneranno a Cagliari l’eleganza, la poesia e il fine umorismo della compagnia Il Dottor Bostik – Unoteatro di Dino Arru.
Il costruttore e animatore torinese, che predilige creare in scena un rapporto quasi simbiotico con le sue marionette che anima a vista sul palco, presenterà la sua ultima fatica “Bombolo – Storia di un pupazzo alla scoperta del mondo (e del suo animatore)”.
Sabato 7, domenica 8 e lunedì 9 novembre-si aprirà una parentesi con Ferruccio Filippazzi e il suo “teatro musicale”, equilibrio tra una voce narrante, l’accompagnamento di una chitarra e l’uso di maschere ed oggetti di scena firmati dal maestro burattinaio Natale Panaro. Il regista, attore e cantautore bergamasco dall’articolata carriera artistica (nel 1973 fonda lo storico gruppo “…e per la strada” aderendo al Nuovo Canzoniere Italiano e all’Istituto E.De Martino, nel 1981 entra a far parte del Teatro del Buratto, è “lettore ufficiale” della casa editrice di libri per l’infanzia E.ELLE e dal 1998 collabora stabilmente con Accademia Perduta – Romagna Teatri) presenterà “Vita da gatto! Le grandi avventure di un cucciolo”, storia simbolica del passaggio all’età infantile a quella adulta.
Sabato 21, domenica 22 e lunedì 23 novembre sarà la volta de I Burattini Cortesi con la piéce per teste di legno “Arlecchino malato d’amore”. E qui si dischiuderà tutto il mondo della Commedia dell’Arte, con la presenza sul boccascena della baracca del servitore col vestito a toppe, Pantalone, Smeraldina e Tartaglia accompagnati da una figura tipica della tradizione burattinesca bergamasca, Gioppino Zuccalunga.
Il penultimo appuntamento de “Il Grande Teatro dei Piccoli” 2009 è affidato alle narrazioni con musiche dal vivo e animazioni di burattini a guanto di Beppe Rizzo di Oltreilponte Teatro. L’attore torinese presenterà “Al paese di Pocapaglia”, un libero adattamento de “La Barba del Conte”, racconto contenuto in “Fiabe Popolari Italiane”, la raccolta delle favole tramandate oralmente in tutte le regioni della penisola compiuta da Italo Calvino tra il 1954 e il 1956.
A chiusura della stagione, sabato 12, domenica 13 e lunedì 14 dicembre, esordirà sul palcoscenico del MiniMax il Teatro dei Burattini di Varese con un suo cavallo di battaglia, “Cartina”, spettacolo che ha alle spalle cinquecento repliche dal 1995 ad oggi. In scena, in un allestimento che esalta le potenzialità figurative, visive, plastiche e scultoree della carta, Enrico e Betty Colombo.

COSTI

La campagna abbonamenti per la decima edizione de “Il Grande Teatro dei Piccoli” sarà aperta mercoledì 23 settembre. Il costo degli abbonamenti per le recite del sabato e della domenica è di 20 euro per i bambini e di 25 euro per gli adulti. L’ingresso alle recite serali costa 5 euro per gli adulti e 4 euro per i bambini. Gli abbonamenti per i matinée riservati alle scuole costano 20 euro, mentre i biglietti per le singole recite costano 4 euro.

CORSI E LABORATORI PER ADULTI E BAMBINI c/o Teatro Is Mascareddas

Cinque le iniziative in programma

il corso di teatrodanza per adulti “Il corpo che parla” e “Si Danza”, laboratorio di danza contemporanea per bambini dai 7 ai 14 anni curati da Enrica Spada, “Alla scoperta del Teatro d’Animazione”, tre moduli per i più piccoli dedicati alla costruzione di pupazzi, figure e burattini e un corso di costruzione e animazione di burattini a guanto per i grandi a cura di Tonino Murru e Donatella Pau, infine un corso di sartoria dedicato a chi vuol fare da sé gli abiti di scena condotto da Anna Sedda.
Più avanti, dal 5 all’8 dicembre tornerà “L’Altro Volto del Teatro” e sarà questa una rentrée a doppia valenza, sia perché l’ultima edizione dello storico festival di teatro d’animazione per adulti risale ben sei anni fa e soprattutto perché l’iniziativa ha avuto come sede storica proprio la sala di via 31 marzo 1943 a Monserrato.

Ma non è tutto. All’edizione cagliaritana de “Il Grande Teatro dei Piccoli” ne seguirà, all’inizio del 2010 (dal 30 gennaio al 12 aprile), una al Teatro Is Mascareddas, organizzata col contributo del Comune di Monserrato.
Il compito di inaugurare la sezione monserratina de Il Grande Teatro dei Piccoli spetterà, il 30, 31 gennaio e il 1° febbraio, al burattinaio romagnolo Vladimiro Strinati con “Aspetta –mò – storie di donne intraprendenti”. Seguiranno “Carta cantastorie” de La Botte e il Cilindro” (6, 7 e 8 febbraio), “Il medico dei matrimoni” del burattinaio torinese Marco Grilli (27, 28 febbraio e 1° marzo), “I tre porcellini e il lupo puzzone” della compagnia di Cesenatico Piccole Voci (13, 14 e 15 marzo) e Is Mascareddas con un nuovo allestimento dello spettacolo “Chi ha paura della Mortadella ?”(27, 28 e 29 marzo). La chiusura della stagione è affidata a un decano del teatro ragazzi italiano, Marco Renzi, ne “La storia del guerin meschino”, il 10, 11 e 12 aprile.

CONTATTI

Is Mascareddas
Compagnia viaggiante di Burattini e Marionette
via Don Minzoni, 7 09044 Quartucciu (CA)
Tel 070.88.36.44 Fax 070.88.35.14
www.ismascareddas.it
ismascareddas@tiscali.it

E.P.

Read Full Post »

image

Si concluderà sabato12 settembre 2009 “Shopping d’estate a Cagliari”, il programma che aveva come obiettivo confermare e potenziare l’immagine di Cagliari città turistica. Ancora una volta, insieme ai negozi aperti fino a mezzanotte, la manifestazione vedrà protagonisti artisti di strada e musicisti che rallegreranno le vie ospiti dell’iniziativa.

Limitazioni al traffico ed alla sosta saranno attuate per consentire lo svolgimento della manifestazione. In via Pergolesi (tra piazza Palestrina e via San Benedetto), in via Petrarca (da via San Benedetto a via Dante), in via Cocco Ortu (da via Dante a via Bacaredda) ed in via Pacinotti (da via Tiziano a via Cocco Ortu) sarà istituito il divieto di sosta con rimozione, su entrambi i lati, dalle ore 13 alle 24; a partire dalle ore 18 sarà vietato anche il transito.

CONTATTI

Assessorato Attività Produttive

Palazzo Civico – Via Sonnino

Tel. 070 6778355 – fax 070 6778350

E.P.

Read Full Post »

imageimage

La scuola di Fotografia Man Ray, al suo quindicesimo anno di attività, presenta una selezione dei lavori prodotti dagli allievi durante il corso 2008/09.
I temi di quest’anno sono: Ritratto, Paesaggio, Reportage Geografico, Archeologico e Sociale.  La Beat Generation ha ispirato invece il lavoro di gruppo degli allievi realizzato sotto la direzione artistica e tecnica di Stefano Grassi.

La mostra didattica a cura di Stefano Grassi e Pamela Sau allestita nella Sala Mostre della Cittadella dei Musei in piazza Arsenale 8 a Cagliari si potrà visitare dal 11 al 20 settembre 2009 tutti i giorni, escluso il lunedì, dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19.

Le fotografie in mostra sono di: Daniele Aresu, Rino Cadoni, Rudy Cardia, Valentina Cardia, Elisabetta Collu, Deliah Curreli, Giuseppe Frau, Maggie Gometz, Massimiliano Mocci, Alessandro Muscas, Marcello Nocera, Simone Pilia, Giorgia Piras, Mirco Pusceddu, Marco Sanna, Eugenia Zykova.

Ingresso libero

Informazioni
Centro Culturale Man Ray via Campania, 26 – Cagliari
Tel. +39 070 283288 – +39 347 3614182
www.manray.it
centromanray@tiscali.it

Cittadella dei Musei, Piazza Arsenale,8
Telefono: 070 651888
eMail: museicivici@comune.cagliari.it

K.S.

Read Full Post »

gview

Venerdì  11 e Sabato 12 Settembre al Teatro Civico di Castello ore 21.00 sarà  rappresentata “La Serva Padrona” di Giovanni Battista Pergolesi.

Regia di Mariano Cirina, Direttore e Maestro Concertatore Giacomo Medas, con Elisabetta Scano, Nicola Ebau e Mariano Cirina.

Quando il 28 agosto 1733 nel Teatro S. Bartolomeo di Napoli, fra gli atti dell’opera seria “Il prigioniero superbo” andò in scena “La serva padrona”, nessuno poteva prevedere il successo clamoroso che questa piccola pièce di teatro musicale avrebbe raggiunto. A Napoli erano infatti già in voga da circa un quarto di secolo gli intermezzi comici e le bizze tra Uberto, scapolo maturo e bisbetico e Serpina , servetta astuta e desiderosa di una conveniente sistemazione matrimoniale, costituivano l’ennesima variazione sul tema del contrasto amoroso a lieto fine, tema consueto nella tradizione degli intermezzi. Alla fortuna de “La serva padrona” non contribuì solo la naturalezza e vis comica dei recitativi o l’immediatezza o semplicità melodica delle arie e dei duetti, o il brio e la vivacità che percorrono tutta la partitura; ma certo un ruolo importante lo giocò l’uso che ne fecero i professionisti della vocalità buffa ed anche gli ambienti amatoriali, di cui l’intermezzo divenne brano favorito. Ma la fama de “La serva padrona” va ritrovata anche nell’essere divenuto simbolo dell’intermezzo per antonomasia, in quella emblematica contesa tra teatro musicale italiano e francese, che diede vita alla celebre querelle des buffons. Pergolesi non conobbe in vita il successo che fu riconosciuto a “La serva padrona”. Infatti, soltanto a partire dal 1738 questa si avviò a divenire l’intermezzo più eseguito ed amato praticamente in tutta Europa. Ammirata, studiata e gustata da melomani e musicologi, “La serva padrona” è ancora oggi un cammeo del teatro musicale che non finisce mai di stupirci e divertirci.

Ingresso € 8,00 intero, € 5,00 ridotto

Info: Teatro Civico di Cagliari, via De Candia

Tel 070.677.7660 Fax 070.677.7663

mail: teatro.civico@gmail.com

K.S. / A.M.

Read Full Post »