Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 16 marzo 2010

image
XIV edizione Monumenti Aperti 2010

LE IDENTITÀ  LOCALI, città  e paesi si raccontano

Appuntamenti in decentramento

dal 17 al 26 marzo – Carbonia, Sassari, Alghero, Oristano e Settimo San Pietro

Dopo i primi nove appuntamenti, che si sono svolti a Cagliari, il ciclo di conferenze Le identità locali – città e paesi si raccontano prosegue nel mese di marzo con altri nove  incontri nel resto dell’Isola: Carbonia, Sassari, Alghero, Oristano e Settimo San Pietro.

L’iniziativa, voluta dal Comitato Scientifico Regionale di Monumenti Aperti consiste in un ciclo di seminari che di fatto costituisce la prosecuzione e l’ampliamento dell’analoga e precedente rassegna La storia si racconta, spunti sulle identità di Cagliari, che si è svolta per tre anni consecutivi dal 2007 al 2009.

Il ciclo di seminari ha l’obiettivo di fornire ai docenti che prendono parte a Monumenti Aperti, così come agli appassionati di storia, una serie di informazioni esaustive e aggiornate da un punto di vista scientifico e metodologico, proposte in termini divulgativi, contenuti e approcci conoscitivi sull’arte, la storia e il paesaggio della città di Cagliari e della Sardegna attraverso i secoli.

Si inizia a Carbonia mercoledì 17 marzo nella Sala Conferenze della Biblioteca Comunale. A partire dalle ore 17.30 Carla Perra (Direttore scientifico del Museo Archeologico Villa Sulcis) terrà un intervento su Il paesaggio archeologico di Carbonia dalla preistoria all’ età romana. Il contenuto dell’intervento verterà sul cambiamento del paesaggio e degli insediamenti archeologici nel territorio di Carbonia durante le principali fasi storiche. A seguire, dalle 18.30, Giorgio Peghin (Dottore di ricerca Facoltà Architettura Università Cagliari) parlerà di Carbonia, città di fondazione, esponendo progetti e strategie per la riqualificazione urbana di Carbonia.

Il secondo appuntamento è giovedì 18 marzo a Sassari nella Sala Convegni Infermeria di San Pietro. Alle ore 16 Franco Campus (Dipartimento di Storia, Università degli Studi di Sassari) terrà un incontro dal titolo Itinerario alle radici della città di Sassari: i segni di pietra: la storia di Sassari, nella dimensione di centro urbano sviluppatosi nel corso del XIII secolo, è scritta sulle pietre della città: dai resti del circuito murario, con le sue torri, le sue porte, ai caratteristici pozzi, alle strade lastricate che segnano la viabilità dei quartieri, ognuno dei quali rappresentato dalle antiche chiese parrocchiali: S. Nicola, S. Caterina, S. Apollinare, S. Sisto e S. Donato. Fuori dalle mura, la chiesa più importante: S. Maria di Betlem. In un altro tempo, quello della dominazione aragonese, il castello, guardia ed emblema della Città Regia. Alle ore 17 sarà la volta di Alessandro Soddu (Facoltà di Lettere e Filosofia, Università degli Studi di Sassari) il cui titolo dell’ incontro è Itinerario alle radici della città di Sassari: spazi e uomini: Sassari “si fa Comune” quando ancora è in piedi il Giudicato di Torres. Grazie a un consolidato rapporto con il mondo mercantile italiano, l’antica villa di Thathari si trasforma in una vera città, che diventa il punto di riferimento delle élites politiche, economiche e sociali del Logudoro. Il Palazzo un tempo del giudice (la cosiddetta curia regni) diventa il Palazzo del Comune, presso la chiesa di S. Caterina, che dominava dall’alto la Platha de Cotinas (l’attuale Corso V. Emanuele), dove si affacciavano le case dei notabili. Il luogo del mercato, la Carra Manna (attuale piazza Tola) era, allora come oggi, il cuore pulsante di una città destinata a crescere oltre le proprie mura.

Il terzo appuntamento è per mercoledì 24 marzo al Teatro Civico di Alghero. Alle ore 17.00 Marco Milanese (Facoltà di Architettura, Università degli Studi di Sassari) parlerà di Alghero: i segni della storia; l’ incontro verterà su una presentazione del contributo che oltre dieci anni di archeologia urbana della città catalana di Sardegna hanno portato alla conoscenza della sua storia. L’intervento si soffermerà sullo scavo in corso nell’area del San Michele, sul tema del futuro della storia di Alghero e sulla nuova dimensione del concetto di storia, a partire dalle tracce archeologiche, incentrata non solo sui monumenti e sugli oggetti ma anche sulla storia biologica della popolazione algherese. Alle ore 18.00 Giovanni Azzena (Facoltà di Architettura, Università degli Studi di Sassari) terrà un incontro dal titolo Alghero prima di Alghero: territorio e città. Si dice comunemente che una città vive “del” suo territorio o “nel” suo territorio, ma è forse più corretto ammettere che una città “è” il suo territorio o, ancora meglio, è un prodotto (anche) del suo territorio. Per capire una città e per forgiare gli strumenti scientifici e comunicativi adatti a trasmettere anche ad altri questa profonda comprensione, occorre misurare la forza del genius loci, certo, ma è indispensabile sapere del prima. Del perché e del come della sua nascita. Del contesto entro il quale si è sviluppata e che ha contribuito a sviluppare. Esattamente come un essere vivente, qual è.

Il quarto appuntamento è fissato per giovedì 25 marzo ad Oristano all’Auditorium Sant’ Antonio. Alle ore 16 Raimondo Zucca (Facoltà di Lettere e Filosofia, Università degli Studi di Sassari) parlerà della Formazione urbana di Aristanis. Proseguirà alle ore 17 Salvatore Sebis (Curatore Museo di Cabras) con un itinerario tra Le ville medievali della campagna attorno ad Aristanis. Nel corso dei due incontri le tematiche trattate verteranno sulla formazione urbanistica di Aristanis che si compie in età giudicale a partire da una nuova struttura bizantina denominata Aristianis.

L’ultimo appuntamento è fissato per venerdì 26 marzo alle ore 16,00 all’Arca del tempo di Settimo San Pietro con la conferenza tenuta da Alfonso Stiglitz (Università di Cagliari) sulla necropoli punica di Tuvixeddu.

Maggiori informazioni:

Segreteria organizzativa Cagliari Monumenti Aperti info@monumentiaperti.com

Centro Comunale d’Arte e Cultura Il Ghetto, via Santa Croce 18, Cagliari tel. 070 6402115

K.S.

Read Full Post »

image

Dal 20 marzo al 27 giugno

Inaugura Venerdì 19 Marzo 2010 alle ore 18,00 presso il Centro Comunale d’ Arte e Cultura “Il Ghetto”, la mostra di

Marc ChagallIl Veggente di Vitebsk”.  MARC CHAGALL E L’ANTICO TESTAMENTO,  Bibbia (1931-1956) 105 incisioni, La storia dell’Esodo (1966) 24 litografie.

Per la prima volta esposte in Sardegna le serie complete della Bibbia e dell’Esodo realizzate da Marc Chagall tra il 1931 e 1966. Centoventinove opere che il pubblico potrà ammirare a Cagliari dal 20 marzo al 27 giugno nelle sale del Centro Comunale d’Arte e Cultura Il Ghetto.
L’iniziativa è curata e organizzata dal Consorzio Camù, e realizzata in collaborazione con l’assessorato alla Cultura del Comune di Cagliari.
Tutte le opere esposte fanno parte di una importante collezione privata acquisita di recente dal Consorzio Camù, che l’avrà in gestione fino al 2015, che comprende oltre 4000 grafiche che raccontano 600 anni di capolavori da Dürer a Picasso.
In considerazione della nascita di Chagall nella storica città bielorussa di Vitebsk, la mostra, realizzata con il patrocinio dell’Ambasciata di Belarus in Italia e del Consolato di Belarus a Cagliari, è specialmente dedicata alla comunità russofona cagliaritana e sarda.

La mostra sarà visitabile fino al 27 Giugno 2010

ORARIO:

dal martedì alla domenica, dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20.  Chiuso Lunedì.

PREZZI:

3 € (intero); 2 € (ridotto); gratuito con Karalis Card (www.karaliscard.it)

CONTATTI:

Ufficio Stampa Consorzio Camù
c/o Centro Comunale d’Arte e Cultura Exma’
via San Lucifero, 71, 09127 Cagliari
tel   070 655625  / tel/fax.  070 668316
cell. 3466675296
Giuseppe Murru (responsabile), Stefania Cotza
e-mail: ufficiostampa@camuweb.it
www.camuweb.it

Maggiori Info:  Comunicato Stampa

Durante tutto il periodo della mostra, saranno attivi, su prenotazione, laboratori didattici sul Libro d’artista, rivolti ai bambini dai 6 ai 12 anni. Informazioni: Centro Comunale d’Arte Il Ghetto, tel. 070 6670190

L.U.

Read Full Post »

image image

Altri due appuntamenti chiudono la Settimana Santa di Cagliari

  • “S’Inserru”: Da domenica 11 aprile 2010 fino a lunedì 12 aprile 2010

11 Aprile –  domenica

– ARCICONFRATERNITA DEL SS.CROCIFISSO  DI VILLANOVA – ore 10.15

Quartieri Storici Domenica in Albis –  PROCESSIONE DEL ”S’INSERRU”

– ARCICONFRATERNITA DEL GONFALONE – ore 18,15

Riposizionamento del Cristo nella Cappella : “ S’Inserru”

12 Aprile –  lunedì

ARCICONFRATERNITA DELLA SOLITUDINE – ore 18,20

Riposizionamento del dei simulacri nelle rispettive cappelle : “ S’Inserru”

K.S.

Read Full Post »

image

La cerimonia della Pasqua, “Sa Pasca Manna” è un evento religioso particolarmente sentito e si articola in una serie di riti, processioni e momenti corali che, facendo rivivere i momenti più significativi della Passione del Cristo, coinvolgono profondamente i fedeli ma anche i turisti per le forti emozioni che riescono a suscitare. La Settimana Santa è uno dei momenti più intensi della vita religiosa di Cagliari. È la sua celebrazione che mantiene viva una tradizione secolare che si svolge nella parte antica di Cagliari, identificando, in quella occasione, i quattro quartieri storici con le loro chiese.

Le Confraternite coinvolte nei riti della Settimana Santa di Cagliari sono l’Arciconfraternita della Solitudine, l’Arciconfraternita del Santissimo Crocifisso e l’Arciconfraternita Gonfalone sotto I’egida di S. Efisio martire e la Congregazione Mariana degli Artieri di San Michele.

A Cagliari le celebrazioni pasquali hanno inizio il venerdì (Venerdi di Passione) che precede la Domenica delle Palme, quando ha luogo la Processione dei Misteri (Is Misterius), organizzata dall’Arciconfraternita del Santissimo Crocifisso. Seguono Martedì Santo, Mercoledì Santo, Giovedì Santo Venerdì Santo, Domenica di Pasqua e Lunedì dell’Angelo.

RITI RELIGIOSI 2010:

  • Venerdì 26 marzo 2010 – VENERDI DI PASSIONE

Inizio delle celebrazioni pasquali. Ha luogo la Processione dei Santi Misteri (Is Misterius), organizzata dall’Arciconfraternita del Santissimo Crocifisso che ha sede nell’ Oratorio omonimo sito nella piazza San Giacomo. L’ anno della sua istituzione si fa risalire alla metà del secolo XVI quando la confraternita ebbe la sua sede nella cappella del Crocifisso situata all’ interno della chiesa di San Giacomo. Partendo dall’Oratorio del SS.Crocifisso, i membri dell’ Arciconfraternita portano in processione i sette Simulacri popolarmente chiamati Santi Misteri o Sacri Misteri  (statue lignee del 1750 circa opere dello scultore Giuseppe Antonio Lonis di Senorbì, che aveva la sua bottega nel quartiere di Stampace)  ad ogni  STAZIONE, all’interno della chiesa viene portato un solo Mistero con la Madonna Addolorata  il tempo necessario per ricordare un passo della Via Crucis o Via Dolorosa  ed  “intonare”  un canto (canto corale a 4 voci tramandato oralmente di generazione in generazione).  Tale esecuzione rappresenta il dialogo, la supplica, che intercorre tra la comunità ed il  Divino, tali canti polivocali  utilizzano una tecnica di canto polifonico definito “falsobordone”. I testi dei canti vengono attribuiti al Metastasio nome grecizzato di Pietro Trapassi, San Leonardo da Porto Maurizio e San Alfonso Maria De Liguori musicate dal Marinosci O.F.M nel  1893 .Parte di questi Testi si possono trovare nel Manuale di Filotea del Metropolita della citta di Milano Giuseppe Riva del 1831.

Programma:

dall’ ARCICONFRATERNITA SS CROCIFISSO DI VILLANOVA, Piazza San Giacomo, 6

PROCESSIONE DE “IS  MISTERIUS” con i Simulacri scolpiti dal LONIS

Partenza: PIAZZA SAN GIACOMO  – ore 16.00
Processione:
PIAZZA SAN GIACOMO – VIA SAN GIACOMO – VIA SAN GIOVANNI – CHIESA SAN GIOVANNI –                VIA SAN GIOVANNI – PIAZZA COSTITUZIONE – PIAZZA MARTIRI -VIA MAZZINI – VIA CIMA – CHIESA MONACHE CAPPUCCINE – VIA CIMA – VIA MANNO – CHIESA SANT’ANTONIO  – VIA MANNO –  VIA TORINO – CHIESA SANTA ROSALIA/SAN SALVATOR DA HORTA –  PIAZZA COSTITUZIONE – VIA GARIBALDI – PIAZZA GARIBALDI(LATO SINISTRO) – VIA MACOMER – VIA BOSA – CHIESA DI SAN VINCENZO  DE PAOLI  – VIA BOSA – VIA TEMPIO – PIAZZA SAN DOMENICO – CHIESA SAN DOMENICO (CRIPTA) –  PIAZZA SAN DOMENICO – VIA SAN DOMENICO – CHIESA SAN GIACOMO

  • Domenica 28 marzo 2010 – DOMENICA DELLE PALME

Programma:

ore 12.00 presso la CHIESA DI SAN GIOVANNI

Rimozione del simulacro di Gesù crocifisso dalla cappella

ARCICONFRATERNITA DELLA SOLITUDINE, Via San Giovanni, 83

  • Mercoledì 31 marzo 2010 – MERCOLEDI SANTO

II Mercoledì Santo si veste a lutto la statua della Madonna Addolorata (la “vestizione”).

ARCICONFRATERNITA DEL SS.CROCIFISSO  DI VILLANOVA, Piazza San Giacomo – ore 17.00

ARCICONFRATERNITA DEL GONFALONE  – ore 18.00

  • Giovedì 1 aprile 2010 – GIOVEDI SANTO

Il Giovedì Santo i confratelli  del Santissimo Crocifisso inchiodano alla croce il simulacro del Cristo  (“La Crocifissione”) poi vi è l’adorazione del  Cristo e  le donne portano in chiesa IS NENNIRIS, piatti riempiti di cotone in cui sono stati messi a dimora chicchi di grano che verranno poi fatti crescere al buio affinchè prendano un colore giallino / verde pallido simbolo della morte e resurrezione, probabilmente la sua origine ha a che fare con il mito pagano di Adone/la rinascita.

La medesima cerimonia ha luogo anche nella chiesa di S. Giovanni, sede dell’ Arciconfraternita della Solitudine.

Dalla Chiesa di S. Efisio sede della confraternita del Gonfalone, nel quartiere Stampace alle 20.15 circa parte la processione delle Sette Chiese  dove S. Efisio listato a lutto (col pennacchio nero)  entra in sette chiese.

Programma:

ARCICONFRATERNITA DEL SS.CROCIFISSO – ore 15,30  (Piazza San Giacomo, 6)

Crocifissione del CRISTO ed esposizione del CROCIFISSO

ARCICONFRATERNITA DELLA SOLITUDINE –  ore 16,00 (Via San Giovanni, 83)

Esposizione del Crocifisso

ARCICONFRATERNITA DEL GONFALONE – ore 20,15

Processione delle  “SETTE CHIESE” –  SANT’EFISIO listato a lutto

  • Venerdì 2 aprile 2010 – VENERDI SANTO

II Venerdì Santo si svolge I’ evento centrale delle celebrazioni, curato daII’ Arciconfraternita della Solitudine istituita nel 1603 come Confraternita,divenne Arciconfraternita nel 1616 con sede nella chiesa di San Bardilio sita ai piedi del colle di Bonaria e vengono trasferiti poi nell’ attuale chiesa dove ha la sede nel 1639.

Dalla chiesa di San Giovanni, diretto alla Cattedrale, viene portata in processione la statua di Gesù Crocifisso, sovrastato da un baldacchino bianco.

Ad accompagnare il Cristo, vengono portate in processione anche la statua della Madonna Addolorata, con il petto trafitto dalla spada dei sette dolori, accompagnata da  due bambini che simboleggiano San Giovanni e Maria Maddalena.

Aprono la processione due stendardi del XVIII secolo con i simboli della passione: il gallo, i chiodi, la spada, oltre al mantello e ai dadi dei soldati romani.

II corteo segue un preciso rituale, accompagnato da rulli di tamburi e canti tradizionali, fino al momento in cui si raggiunge la Cattedrale e il Crocefisso viene consegnato nelle mani del sagrestano; la Vergine viene quindi riportata nella chiesa di S. Giovanni.

Sempre il Venerdì Santo si svolgono altre due processioni: la prima, organizzata dall’Arciconfraternita del Crocifisso, che parte  dall’  Oratorio omonimo sito in piazza di San Giacomo alla  chiesa di San Lucifero, mentre la seconda, curata dall’Arciconfraternita del Gonfalone ( che prende in prestito a turno i cantori delle altre due confraternite non avendo una massa di cantori propria)  parte dalla chiesa di  Sant’ Efisio e vi fà ritorno dopo aver attraversato il quartiere Stampace. Naturalmente le rappresentazioni sono simili a tutte le Arciconfraternite cagliaritane.

Programma:

ARCICONFRATERNITA DELLA SOLITUDINE

Processione del GESU’CROCIFISSO (statua del ‘600) da San Giovanni fino alla cattedrale (quartieri storici)

ARCICONFRATERNITA SS CROCIFISSO DI VILLANOVA

Processione del CRISTO MORTO e della MADONNA ADDOLORATA da piazza san giacomo (oratorio SS.Crocifisso) nei quartieri storici a San Lucifero

ARCICONFRATERNITA DEL GONFALONE

Processione del CRISTO MORTO da Sant’Efisio  nei quartieri storici

  • Sabato 3 aprile 2010 – SABATO SANTO

II Sabato Santo è caratterizzato dal rito de “Su Scravamentu”,  la deposizione dalla croce del Cristo morto che viene disteso su una lettiga rivestita di veli e pizzi (la mattina), sarà poi  accompagnato nel viaggio di ritorno alla Chiesa (il pomeriggio).

    Programma:

    –  ARCICONFRATERNITA DEL SS. CROCIFISSO– ore 08,30

    Chiesa di  San Lucifero   Cerimonia de  “SU SCRAVAMENTU”

    –  ARCICONFRATERNITA DELLA SOLITUDINE– ore 10.00

    Cattedrale   Cerimonia de  “SU SCRAVAMENTU”

    – ARCICONFRATERNITA DEL SS. CROCIFISSO- ore 10,00

    Oratorio SS.Crocifisso  Vestizione della Madonna per  “ S’INCONTRU”

    – ARCICONFRATERNITA DELLA SOLITUDINE  – ore 16.30

    Processione del CRISTO MORTO da San Giovanni alla cattedrale e rientro (quartieri storici)

    – ARCICONFRATERNITA SS CROCIFISSO DI VILLANOVA – ore 16.30

    Processione del CRISTO MORTO da San Giacomo a San Lucifero  e rientro (quartieri storici)

    – ARCICONFRATERNITA SS CROCIFISSO DI VILLANOVA – ore 00,00

    dall’Oratorio SS.Crocifisso alla Chiesa di S.Giacomo  Resurrezione del Cristo

  • Domenica 4 aprile 2010 – PASQUA DI RESURREZIONE

La mattina della Domenica di Pasqua per il rito finale, “S’Incontru”, ci sono tre processioni distinte organizzate da diverse confraternite in tre posti diversi.

L’incontro ossia  il ricongiungimento delle due processioni con i simulacri della Madonna e del Cristo Risorto, provenienti da direzioni opposte, questi si ritrovano una di fronte all’altro, si salutano con un triplice inchino tra gli applausi della folla e quindi, affiancati, fanno rientro in  Chiesa dove verrà celebrata la messa solenne.

La gioia di questo particolare momento si riflette nell’abbigliamento delle statue: il Cristo ha una fascia rossa e oro e l’aureola per simboleggiare l’avvenuta Resurrezione, mentre la Vergine indossa un abito bianco e oro con il mantello azzurro, il velo di pizzo e la corona, ed ha tra le mani un mazzo di fiori.

Suggestivi anche i colori che invadono le vie della città in occasione delle processioni: uomini sfilano vestiti con semplici tuniche bianche legate in vita da un cordone, come di bianco sono vestiti i coristi che intonano canti religiosi tramandati oralmente.

Programma:

–  ARCICONFRATERNITA DEL SS.CROCIFISSO  DI VILLANOVA – ore 11.00

Processione  de  “S’INCONTRU”  Villanova  –  Via Garibaldi

Gesù risorto: Piazza San Giacomo – Via San Giacomo – Vico IV San Giacomo – Via San Domenico – Portico Romeo – Via Garibaldi

La Madonna: Piazza San Giacomo – Via Sulis – Via Garibaldi

Rientro di Gesu’ risorto con la Madonna:  Via Garibaldi – Via Sulis – Piazza San Giacomo – Chiesa San Giacomo – SS Messa

– ARCICONFRATERNITA DEL GONFALONE – ore 11.30

Processione  de   “S’INCONTRU”   Marina – Stampace

– PARROCCHIA DI SANT’EULALIA – ore 11.30

Processione de   “S’INCONTRU”  Via Roma

  • Lunedì 5 aprile 2010 – LUNEDI DELL’ANGELO

A chiusura delle cerimonie quaresimali, il Lunedì di Pasqua a Cagliari si svolge una particolare processione votiva dedicata a Sant’Efisio che costituisce il prologo alla Sagra di maggio in onore del Martire Patrono della Sardegna.

II corteo dell’Arciconfraternita del Gonfalone, accompagnata dai fedeli, s’inerpica  dalla chiesa di S.Efisio fino alla Cattedrale.

Il simulacro  di Sant’Efisio, scolpito da Giuseppe Antonio Lonis,  vestito con la corazza, un manto rosso e I’ elmo decorato da piume di struzzo viene portato in pellegrinaggio per sciogliere un voto  per grazia concessa nel 1973 quando per intercessione del Santo le navi francesi che bombardavano Cagliari vennero portate via dal vento impetuoso e non tornarono piu’.

Programma:

ARCICONFRATERNITA DEL GONFALONE – ore 08.00

Processione  “VOTIVA DI SANT’EFISIO” dalla Chiesa di S.Efisio alla Cattedrale e rientro

Guida Settimana Santa Comune di Cagliari

La settimana Santa continua con PROCESSIONE DEL ”S’INSERRU” e MARTEDI SANTO

K.S.

Read Full Post »

image

Da giovedì 25 marzo 2010 fino a venerdì 2 aprile 2010

la COMPAGNIA TEATRO SANTA LUCIA ripropone anche quest’anno la Rappresentazione itinerante nei quartieri di Cagliari del PROCESSO A GESU’ (Regia di Andrea Ibba Monni), giusta quest’anno alla X° Edizione.

Programma:

  • Giovedì 25 Marzo OSPEDALE BINAGHI – ore 16.00
  • Venerdì 26 Marzo  CHIESA S. AGOSTINO – ore 20.00
  • Sabato 27 Marzo  VILLAGGIO DEI PESCATORI – ore 18.00
  • Domenica 28 Marzo SUORE MERCEDARIE DI SANT’ELIA – ore 16.30
  • Lunedì 29 Marzo TEATRO N.S. BONARIA – ore 16.00
  • Martedì 30 Marzo CHIESA S. CHIARA- ore 20.00
  • Mercoledì 31 Marzo BIBLIOTECA DI VIA NEWTON
  • Venerdì 2 Aprile  TEATRO CHIESA S. LUCIA – ore 19.30

Ulteriori informazioni:

Tel. 333 7228742 – 338 5343942

COMPAGNIA TEATRO SANTA LUCIA
Via Fais, 23
Cagliari (CA)
Telefono: 070306867 – 07041745

K.S.

Read Full Post »

image

9/18 marzo 2010

In onore di San Salvatore da Horta si celebra come ogni anno il Novenario di S. Salvatore, presso la Chiesa di Santa Rosalia (Via Principe Amedeo, 24) in cui sono conservate le reliquie del Santo.

Ogni giorno sino alla Festa del 18 Marzo, verranno celebrate alle 8,15 le lodi e alle 8,30 la messa. Di pomeriggio alle 17,15 recita del rosario, vespri comunitari, novena al Santo e canto del “Responsorio”. Alle 18 la messa con omelia, celebrata dal predicatore del novenario, il francescano padre Mario Mattu.

Il 17 marzo, vigilia della festa, alle 17 si terrà una veglia eucaristica di ringraziamento per tutte quelle persone che hanno ricevuto grazie dal taumaturgo spagnolo.

Il giorno 18 Marzo la grande festa di San Salvatore: messe alle 7,30, 8,30, 9,30, 10,30 (celebra padre Mattu). Alle 11,30 concelebrazione presieduta dal Provinciale dei Frati minori Angelo Maria Solinas con la partecipazione dei frati minori della Provincia sarda (in pellegrinaggio annuale alla tomba del Santo) e di un gruppo di ammalati assistiti dall’Unitalsi: al termine supplica a san Salvatore. Di pomeriggio alle 17 il rosario, i vespri e alle 18 la concelebrazione conclusiva presieduta dall’arcivescovo di Cagliari Giuseppe Mani

Il servizio religioso e’ curato da dal coro ” Sancta Rosalia” diretto dal Maestro Massimo Serra.

Contatti:

Chiesa di Santa Rosalia

Indirizzo: Via Principe Amedeo, 24
Telefono: 070 657247

Info Storiche sulla Chiesa

K.S.

Read Full Post »

image 

Valerio Scanu in Sardegna:

-4 Giugno 2010 Cagliari anfiteatro Romano ore 21
-6 Giugno 2010 Alghero anfiteatro M.Pia ore 21

Valerio Scanu, il cantante maddalenino che si è aggiudicato la vittoria del 60° Festival di Sanremo, sarà in Sardegna per inaugurare questa estate due tra le manifestazioni più importanti dell’isola organizzate da Sardegna Concerti: il 4 giugno a Cagliari, aprirà i battenti del Festival dell’Anfiteatro Romano alle ore 21 e il 6 giugno invece ad Alghero, all’Anfiteatro M. Pia, per il primo appuntamento della rassegna più attesa nella Riviera del Corallo, il Festivalguer.

I biglietti per entrambe le date saranno disponibili in prevendita a partire già da , martedì 16 marzo, al costo di 15,00€ anelli e 16,00€ in platea.

CONTATTI:

Call Center Sarconline,

via Sulis 41  Cagliari

tel. 070/684275

BOX OFFICE di Cagliari

tel. 070/657428

L.U.

Read Full Post »

Older Posts »