Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘10 Aprile 2010’

 

foto

 

Mostra personale fotografica di LINDEKA QAMPI – Galleria S’UMBRA (v. San Giuseppe, 17 – Castello): dal 10 al 26 aprile 2010

Lindeka Qampi è una fotografa quarantenne nata a Bolotwa, nell’Eastern Cape, e cresciuta a Cape Town, dove si è diplomata e ha vissuto vendendo vestiti, come sua madre prima di lei.

Un corso di lavorazione della pelle ha rappresentato per lei uno di quei momenti che capitano a tutti nella vita, e che te la fanno sterzare in una direzione ben precisa ed inaspettata: viene introdotta alla fotografia e conosce le persone che fanno parte di un gruppo fotografico, l’Iliso Labantu. Le viene regalata una piccola Nikon digitale e nel 2006 inizia a fotografare: prima la sua famiglia, poi ai matrimoni per mantenersi, ma è la documentazione avvenuta per caso di un rito d’iniziazione che la spinge a sviluppare un progetto ben preciso, la vita quotidiana, come vive la gente, “un progetto sui diversi tipi di cultura, la mia e le altre e dove si incontrano quelle urbane e quelle rurali”.

La curatrice della esposizione – paziente e disponibile anche di fronte a chi è  un digiuno senza speranza in fatto di fotografia – spiega che “Daily Life”, titolo dato alla mostra, è un lavoro accurato di autorappresentazione, sorprendente sia per l’attitudine a cogliere i tratti più significativi del quotidiano e del privato, sia per la capacità di rifuggire dal pietismo distaccato che caratterizza le parti del mondo a noi più vicine.

Daily Life è stata inaugurata lo scorso 10 aprile 2010 alle ore 18:30 ed è un peccato riuscire a parlarne solo adesso, con tre giorni di ritardo, perché le fotografie della signora africana dalle grandi lenti affumicate hanno qualcosa che colpisce e resta dentro anche a visita terminata, quando la giornata prosegue e ormai si sta facendo altro; la mente ritorna a quegli scatti e alle stringate didascalie sottostanti, decise da Lindeka in persona, alcune in particolare: “Water is God’s nature” e “Come back to school mammy”, quest’ultima data a due fotografie differenti.

Daily Life è visitabile, dal 10 aprile al 26 aprile 2010 negli spazi della Galleria S’Umbra, a Castello, precisamente in quella stradina pedonale che si chiama via San Giuseppe, al civico 17, vicino alla chiesa omonima e alla Torre dell’Elefante; gli orari di visita sono i seguenti:

 

martedì – sabato                    18 – 21.

 

Daily Life è il primo esperimento, per la Galleria S’Umbra, di sostegno a progetti di autorappresentazione. Le foto di Lindeka Qampi saranno vendute ad un presso contenuto, per facilitarne l’accessibilità e la diffusione. La Galleria rinuncia a qualunque percentuale sulla vendita e l’intero ricavato verrà inviato a Lindeka Qampi , con l’augurio che possa inviarci nuove fotografie che ci aiutino ad ampliare il nostro piccolo modo di guadare il mondo.

 

 

Contatti:

 

Galleria S’Umbra

via San Giuseppe, 17 – Castello

tel.:  388-3615334

 

M.A.

Read Full Post »

image

Inaugurazione Piccolo Teatro Comunale : Piazza Interna Municipio, Serramanna – sabato 10 e domenica 11 aprile 2010

Il Comune di Serramanna ha scommette sui giovani: dopo aver affidato al gruppo “Sine Nomine Theatrum” la gestione del Piccolo Teatro Comunale, si ritrova tale spazio pronto ad ospitare il pubblico, con un debutto che avverrà nei giorni di sabato 10 e domenica 11 aprile 2010.

Tra i membri della compagnia ci sembra doveroso ricordare Ramona  Pala, Alessia Pala, Nicola Calvia, Luca Spanu, Andra Gallus, Mauro Cannas, Valentino Manias e Elisabetta Cambedda: non per un pedissequo obbligo di elencazione di nomi, quanto piuttosto perché dobbiamo proprio al loro lavoro appassionato il raggiungimento di un tale atteso risultato.

Il “Sine Nomine Theatrum” nasce nel 2002 dalla partecipazione di alcuni studenti dell’Istituto Tecnico Scano di Serramanna, seguiti dal prof. Maurizio Tancredi, ad un progetto finanziato dal Comune con un POR della Regione Autonoma della Sardegna, destinato a contrastare le cause del disagio giovanile e dell’abbandono scolastico: quella esperienza farà loro scoprire una irrinunciabile passione per il teatro, che fuori dalle aule scolastiche darà vita al gruppo del quale ora ci ritroviamo a parlare. Qualche nuovo membro contribuirà nel tempo ad arricchire la compagnia.

I più attenti fra noi sapranno già che nel 2009 il gruppo vince il “Primo Premio del Teatro in Corto“, organizzato dal Cada Die Teatro, con lo spettacolo “30.000 paperelle in mare“, opera brillante e ironica, e nel contempo  amara.

Oggi, sabato 10 aprile, alle ore 21 andrà in scena lo spettacolo “Le Cattive Strade“, nel quale le sue canzoni più belle di De Andrè faranno da sfondo musicale al racconto della vita e delle esperienze della generazione perduta degli anni 70, “ostinatamente contraria alle leggi del branco e fedele al proprio sogno di un mondo fatto di verdi pascoli e di regole diverse da quelle della realtà in cui si trovano a vivere“.

Domani, domenica 11 aprile, alle ore 16:30, sarà la volta de “Il cerchio di Gesso“, con burattini e cantastorie che si ispirano ad un classico teatrale di Brecht. Alle ore 21, degna conclusione della serata con il concerto jazz, rigorosamente strumentale e improvvisato, dei “Musica ex Machina“: Francesco Bachis (tromba), Guido Coraddu (pianoforte), Mauro Sanna (basso elettrico) e Simone Sedda (batteria).

Prima e dopo il concerto, verrà distribuito un cd in edizione speciale e limitata di alcuni brani del loro repertorio, cd distribuito gratuitamente a scopo promozionale.

Ingresso libero.

Contatti:

Sine Nomine Theatrum

Via Toti 17 – Serramanna

mail:  sinenominetheatrum@gmail.com

M.A.

Read Full Post »

image

Francesca Manca di Villahermosa

Nel Nome del Figlio

Inaugurazione, sabato 10 aprile 2010 ore 17.30

Chiesa della Speranza

piazza Palazzo, Cagliari

La mostra rimarrà  aperta fino al 2 maggio 2010

Orari: sabato e domenica dalle ore 11.00 alle 13.00

A cura di

Caterina Manca di Villahermosa.

Nel Nome del Figlio non vuole essere solo una celebrazione dell’evento religioso, ma una vera e propria metafora della vita, con le sue difficoltà, il superamento di esse e la gioia che ne deriva. Un percorso che comincia con il dolore della madre per la perdita del figlio, prosegue con la deposizione del figlio e infine termina nella Resurrezione.

Contatti:

francescamdiv@alice.it

M.P.

Read Full Post »

image

Il 7 aprile 2010 (in replica l’8 aprile 2010) dal Teatro Centrale di Carbonia prende il via la breve tournée sarda dello spettacolo Sangue dal cielo-Quasi un musical la nuova produzione del Teatro Stabile della Sardegna, drammaturgia di Anna Zapparoli e Guido De Monticelli, regia Guido De Monticelli.

(tratto dal romanzo di Marcello Fois)

Biglietti:

primi posti intero €15 – ridotto €13

secondi posti/galleria: int. €13 – rid €11

palchetti €5

 

Il 10 aprile 2010 (in replica l’11 aprile 2010) Sangue dal cielo sarà al Teatro Verdi  di Sassari

Biglietti:

primi posti: intero €18 – ridotto €15

secondi  posti: intero €15 – ridotto €13

loggione: €7)

 

La tournèe si chiuderà il 12 aprile al Teatro Garau di Oristano

Biglietti:

posto unico: intero €14 – ridotto €12

 

L’orario d’inizio degli spettacoli è previsto per le ore 21.00

 

LO SPETTACOLO

Sangue dal cielo è un noir, la storia di un misterioso caso giudiziario che ha come scenario la Nuoro di fine ‘800. Al centro di quel caso, la figura del popolare avvocato e poeta barbaricino Sebastiano Satta, vissuto appunto a cavallo del secolo, il quale deve ripercorrere la vicenda del suo assistito, un ragazzo con tratti di fragilità psico-fisica, accusato di aver commesso un omicidio.

 

Contatti:

ffalchi@tiscali.it

3332579020

M.P.

Read Full Post »

image

Sabato 10 aprile 2010 alle ore 18.30

inaugura la mostra fotografica Retrospectique.

La prima installazione proposta nell’ambito dei festeggiamenti per il ventennale artistico di Giovanni Coda, comprende opere fotografiche e stills video che partono dal 1995 fino al 2006.

 

“Non sono pochi vent’anni di impegno nel mondo difficile e usurante dell’arte, non sono pochi per riconsiderare il passato e spingere la previsione di un domani. Sono anni fondanti e provvisori allo stesso tempo per chi, come Giovanni Coda, ha visto il suo lavoro allargare incessantemente il campo d’indagine con approdi incalzanti altri approdi in un viaggio all’insegna dell’emozionalità più spinta. 
Gli esordi nel campo letterario, nel racconto in particolare, sono indicativi di un’attitudine alla narrazione che, più tardi, il teatro, la fotografia, la videoinstallazione, hanno confermato a sufficienza. Raccontare la vita attraverso l’immagine, è divenuto compito primario per Giovanni Coda che, della vita, ha più volte cercato enigmi e metafore, simboli e astrazioni, evocative condizioni dell’essere in imperfetta tensione, in visionaria attesa di possibili scioglimenti.
Quando, nel 1995, ha deciso di dedicarsi con più intensa concentrazione alla fotografia e alla videoarte non ha smesso, in realtà, di ridefinire i confini di un linguaggio che si alimenta e si rinnova con altre espressioni sottese al medium elettivo ma pulsanti di materia viva nella scena rappresentata. Così, la musica, la pittura, la grafica, la scenotecnica sono solo possibili sconfinamenti di un immaginario sperimentale, se si vuole eccessivo ma coerente, traboccante eppure organico, spiazzante ma lucidamente rigoroso. Ha condiviso, perciò, con artisti di provenienza incredibilmente varia le sue innumerevoli ricerche: dall’animazione alla danza, dall’incisione alla filosofia, dalla regia alla coreografia. Mai pago, mai sedato, Giovanni Coda è un’anima vagante e in continua metamorfosi. Cambia città, abitazione, registro espressivo convinto che, nella vita, valga l’unica legge di essere se stesso, autentico fino al midollo, determinato fino a costo di essere controcorrente.
Una sensibilità pruriginosa e una stuzzicante curiosità lo guidano in territori non agevoli, aprono scenari sonnolenti, risvegliano questioni che sarebbe meglio lasciare piene di polvere. Come l’ultimo lavoro, ancora in fieri, dove si addentra nei meandri d’una discesa agli inferi, in un girone pieno di sofferenza e umana partecipazione.
Da questa prospettiva i suoi lavori non lasciano mai indenni, non scivolano in nessun caso nel puro estetismo anche quando l’immagine si propone sapientemente cesellata, giocata su ritmi classicamente impostati o definita nel luminoso equilibrio del bianco e nero. Coinvolto senza riserve in una concezione di lavoro che può apparire persino desueta, privo di quel manierismo che dilaga nel contemporaneo, Giovanni Coda insegue un ideale ancora romantico dell’artista testimone del proprio tempo dove l’arte si identifica con la vita, con il pensiero, con le emozioni o la razionalità con cui si fanno i conti con il reale.
Vent’anni non sono pochi, ma neanche tanti se si riesce a non rinunciare alle proprie ragioni. Auguri, Giovanni, tanti altri anni di libera espressività.”
Mariolina Cosseddu
Critico e Curatore d’Arte

 

Orario: 

Dal martedì alla domenica dalle ore 18.30 alle ore 20.30

Lunedi riposo

Prezzo:

L’ingresso all’esposizione è gratuito

Dove:

Galleria G28 – Palazzo Marini- Via Ada negri 28, Cagliari

 

Nell’ambito dei festeggiamenti per il ventennale artistico di Giovanni Coda sono in programma altre 3 mostre fotografiche ad esso dedicate in questa manifestazione denominata Retrospetique e comprendente appunto 4 installazioni fotografiche (aprile/maggio e giugno 2010) e una retrospettiva cinematografica (ottobre 2010). I  prossimi appuntamenti sono Bête Noire e Urbana (date e luogo ancora in via di definizione).

 

K.S.

Read Full Post »

image

Sabato 10 aprile 2010 – Piazza San Michele

La festa della Laguna avrà inizio con la celebrazione della Santa Messa prevista per le ore 18.30.

Al termine avranno luogo i festeggiamenti con musica dal vivo e degustazioni dei piatti tipici cagliaritani confezionati con i pesci del golfo.

Per contatti:

Circoscrizione S. Avendrace, S. Michele, Is Mirrionis : 0706778721/728

E.E.

Read Full Post »

image

23 Marzo  -  10 Aprile 2010

Festival di Pasqua della Stagione Musicale 2010 “Sonus de Atongiu”

L’ Associazione  "Incontri Musicali" presenta il festival di Pasqua della Stagione Musicale Sonus de Atongiu, una serie di concerti ad ingresso libero:

  •     Martedì 23 Marzo

          PALAZZO VICEREGIO – ore 21.00

          BRUNO CANINO / ENSEMBLE ELLIPSIS

          Oboe: Alberto Cesaraccio

          Clarinetto: Antonio Puglia

          Corno: Egon Lardschneider

          Fagotto: Evandro Dall’Oca

          Pianoforte: Bruno Canino

          Musiche:

          Wolfgang Amadeus Mozart – Quintetto K 452 in Mib magg. Largo-allegro moderato, Larghetto, Rondò: Allegretto

          Ludwig Van Beethoven – Quintetto op. 16 in Mib maggiore Grave-Allegro ma non troppo, Andante Cantabile, Rondò: Allegro ma non troppo

 

  •    Sabato 27 Marzo

          CHIESA SANTO SEPOLCRO – ore 21.00

          ELISABETTA SCANO / COLLEGIUM KARALITANUM / STABAT MATER

          CONCERTO DI PASQUA

           Soprano: Elisabetta Scano

          Violino: Davide Cossu

          Pianoforte: Gaetano Mastroiaco

          Coro Polifonico: Collegium Karalitanum

          Direttore: Giacomo Medas

          ORCHESTRA INTERNAZIONALE SARDA

          Musiche:

          W. Byrd -  Ave  Venum

          Z. Kodaly – Stabat Mater

          C. Saint-Seans – Ave Venum

          W. A. Mozart – Ave Venum

          B. Bettinelli – Ave Venum

          G. Faurè – Ave Venum per coro a due voci pari maschili

          J. Gallus Carniolus – Ecce Quomodo Moritur

          Z. Kodaly – Ave Maria per coro a tre voci pari femminili

          G. Medas – Stabat Mater per soprano, violino, pianoforte e coro altre voci pari femminili

 

  •     Mercoledì 31 Marzo

          CHIESA SANTO SEPOLCRO – ore 21.00

          STABAT MATER / PERGOLESI

          CONCERTO DI PASQUA

          Soprano: Grazia Abbà

          Contraltista: Gianluca Belfiori Doro

          Direttore: G. Medas

          ORCHESTRA INTERNAZIONALE SARDA

          Musiche:

          G. Pergolesi – Stabat Mater

 

  •     Sabato 10 Aprile

          TEATRO MASSIMO – ore 21.00

         MODULAR QUARTET

          Roberto Pellegrini, Francesco Ciminiello, Roberto Migoni, Marco Caredda

 

Orario: ore 21.00

Prezzo: L’Ingresso ai concerti è gratuito

 

Informazioni:

INCONTRI MUSICALI Via Planargia 17 Quartu S. Elena (CA)

Telefono: 070891533

Fax: 070262432

 

K.S.

Read Full Post »