Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘30 aprile 2010’

image

Da mercoledì 28 aprile a domenica 2 maggio al Teatro Massimo di Cagliari andrà in scena lo spettacolo di Roberto Andò e Moni Ovadia

Shylock-Il Mercante di Venezia in prova

con Moni Ovadia e Shel Shapiro.

In scena Ruggero Cara, Lee Colbert, Roman Siwulak, Maksim Shamkov, Federica Vincenti accompagnati dalla Moni Ovadia Stage Orchestra

La compagnia introdotta dal giornalista de Il Manifesto Gianfranco Capitta incontrerà il pubblico giovedì 29 aprile alle ore 17.30 presso il Teatro Massimo

Lunedì 3 maggio (in replica martedì 4 maggio) lo spettacolo sarà al Teatro Verdi di Sassari.

ORARIO e PREZZI Teatro Massimo, Cagliari:

Mercoledì  28 aprile ore 21.00

Giovedì  29 aprile ore 21.00

Venerdì  30 aprile ore 17.00 e  ore 21.00

Sabato 1 maggio ore 21.00

Domenica 2 maggio ore 19.00

Primo settore: intero € 27 ridotto € 20

Secondo settore: intero € 22 ridotto   € 16

Loggione intero: € 15 ridotto € 10

Turni M – S (ore 17): Intero €15 Ridotto €10

Per il Teatro Massimo è possibile acquistare i biglietti on-line sul sito www.vivaticket.it

ORARIO e PREZZI  Teatro Verdi, Sassari:

Lunedì 3 maggio (in replica martedì 4 maggio) ore 21.00

Primi posti: intero €18 ridotto €15

Secondi  posti: intero €15 ridotto €13

Loggione: €7

LO SPETTACOLO

Dopo Le storie del signor Keuner di Brecht – anch’esso prodotto da Nuova Scena – Teatro Stabile di Bologna e Emilia Romagna Teatro Fondazione – Roberto Andò e Moni Ovadia tornano a collaborare per un nuovo spettacolo scritto e diretto a quattro mani, ispirato al Mercante di Venezia di Shakespeare, che si inserisce nel solco di quel teatro musicale su cui Moni Ovadia ha da sempre incentrato la propria ricerca espressiva, fondendo l’esperienza di attore e di musicista.

In scena, nel ruolo di Shylock, un interprete di eccezione: Shel Shapiro. Pioniere della musica rock in Europa e uno dei padri della canzone italiana a partire dagli anni Sessanta, il mitico leader dei The Rokes, ha proseguito la sua carriera come autore arrangiatore e produttore per approdare negli ultimi anni sulle scene teatrali con il recital Sarà una bella società su testi di Edmondo Berselli.

Un luogo imprecisato, a metà tra un ospedale e un mattatoio, in un futuro che è già cominciato. Un enigmatico mercante, del cui patrimonio non si conosce l’origine, e un regista ebreo, da anni inattivo, vi si incontrano per discutere di un progetto che li legherebbe, una messinscena del Mercante di Venezia. In comune hanno un’ossessione, Shylock, uno dei grandi personaggi shakespeariani. Mentre scorrono le visioni e gli esilaranti paradossi del Mercante di Venezia immaginato dal regista con una strana compagnia tragicomica, si delinea una partita sottile e inquietante in cui a essere in gioco è la stessa possibilità di tenere in vita il teatro come baluardo contro l’impostura e l’odio, fragile talismano della più grandiosa invenzione, quella dell’identità.

Per Info:

Pubbliche Relazioni

Francesca Falchi

tel. 333.2579020

ffalchi@tiscali.it

auroratomica@alice.it

K.S.

Read Full Post »

Parco Moltentargius-Saline

Il Centro di Educazione Ambientale e alla Sostenibilità del Parco Naturale Regionale “Molentargius-Saline” in collaborazione con i partner del progetto, finanziato dalla regione Autonoma della Sardegna, con LA CARTA DELLA TERRA: UN MODO DIVERSO PER VIVERE IL PARCO invitano al ciclo di 4 seminari sulle tematiche relative alla raccolta differenziata, al recupero dei rifiuti, al fenomeno dell’abbandono dei cani e al randagismo:

“ANIMALI DOMESTICI LIBERI: UNA MINACCIA PER LA BIODIVERSITÀ”
23 Aprile 2010

Il seminario affronta le tematiche relative all’impatto degli animali domestici vaganti, in particolare i cani randagi, sulla fauna selvatica.

“MA SE DIFFERENZIO… CHE FINE FACCIO?”
30 Aprile 2010 ore 16:00

Il seminario, tenuto dagli esperti degli impianti di trattamento e recupero dei rifiuti, espone il percorso del rifiuto differenziato e il funzionamento della filiera produttiva che porta alla produzione di materiale riciclato.

“STATO ATTUALE DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA NEI COMUNI DEL PARCO DI MOLENTARGIUS”
04 Maggio 2010

Durante il seminarioi Comuni del Consorzio del Parco e la Provincia di Cagliari presentano il loro sistema di gestione dei rifiuti, i risultati ottenuti e le difficoltà incontrate.

“TERRE E ROCCE DA SCAVO: QUANDO RISORSA, QUANDO RIFIUTO?”
18 Maggio 2010

Il seminario affronta le recenti novità legislative nazionali e regionali e le procedure necessarie al riutilizzo delle terre e rocce da scavo.
Il seminari si svolgeranno nella sala conferenze della sede del Parco, presso l’Edificio Sali Scelti in Via La Palma s/n a Cagliari dalle ore 16:00 alle ore 19:00.

Scarica la brochure in pdf con tutti gli appuntamenti.

CONTATTI:

PARCO NATURALE REGIONALE MOLENTARGIUS-SALINE
Via La Palma – Edificio Sali Scelti – Cagliari

CEAS Molentargius 07037919201 – dal lunedì al venerdì ore 9-13
email: ceas@parcomolentargius.it sito internet: www.parcomolentargius.it

R.A.

Read Full Post »

image

 

Il 30 aprile 2010 alle ore 21 al Teatro Lirico di Cagliari va in scena lo spettacolo “Figaro il barbiere” Ideazione e libero racconto di Roberto Fabbriciani con Elio (di Elio e le storie tese), musiche ridotte da “Il barbiere di Siviglia” di Gioacchino Rossini. L’organizzazione è a cura dell’associazione culturale Shannara in collaborazione col Teatro Lirico.

Elio Figaro

con la partecipazione di

 Roberto Fabbriciani al flauto,

Fabio Battistelli al clarinetto,

Massimiliano Damerini al pianoforte.

"Figaro il barbiere" è una proposta in versione cameristica de Il barbiere di Siviglia di G. Rossini.

Alla musica di Rossini, nella riduzione originale dell’epoca, si unisce un narratore che, dialogando con il pubblico, racconta i momenti salienti e introduce i personaggi.

L’obiettivo è rendere l’opera lirica accattivante e apprezzabile a un pubblico di giovani.

Figaro il barbiere

Nella storia del melodramma esiste il bizzarro caso di una professione (non particolarmente affascinante) che ha avuto l’onore di ben tre grandi Opere dove compare come protagonista assoluta. La professione e quella del barbiere, e le Opere ad essa dedicate sono i due famosi "Barbiere di Siviglia", rispettivamente di Paisiello e Rossini, e "Le nozze di Figaro" di W.A. Mozart. II frequentatore dei Teatri operistici non di rado si trova a dover assistere alle peregrine evoluzioni di personaggi improbabilissimi, i cui nomi hanno reso la vita infelice a molti figli di famiglie melomani che li hanno voluti chiamare Assalonne, Aida, Sigfrido, Escamillo o, addirittura, Nabuccodonosor.

Si trattava perlopiù di Faraoni, Gran Sacerdoti Illirici, Re Mesopotamici, Eroi Nibelungici, Regine Nubiane e Sacerdotesse Galliche. Ed è in questo ciarpame rivestito di cotonina stampata e bigiotteria dozzinale che irrompe l’ottimo Figaro con 1a sua carica di simpatia, la sua inventiva e, perche no?, con la sua umanissima esperienza nell’arte di arrangiarsi.

Figaro prosegue la grande tradizione degli Scapini e dei Leporelli, ma non si presta volentieri a far da spalla a protagonisti di più illustre casata: egli emerge vivacemente come un demiurgo, un astuto diplomatico, un consumato stratega che manipola uomini e cose al fine di assecondare i suoi desideri ed i suoi interessi. Eccolo quindi mettere in scacco l’avarizia e la dabbenaggine, soccorrere l’amore contrastato, incoraggiare le buone cause, affrontare gli usurpatori dell’altrui buona fede, farsi paladino della giustizia spicciola, intrigare ai danni degli intriganti. Il tutto con le semplici ed innocue armi del pennello da barba, del rasoio e del pettine. E chi meglio di un barbiere, allora, potrà raccontare le gesta del suo illustre predecessore. II pazientissimo cliente siede sulla poltrona nichelata, ed assiste sgomento al periglioso mulinare dell’affilatissimo rasoio attorno alle sue indifese fattezze.

II barbiere s’infervora sempre di piu’ nel narrare l’ormai passata grandezza dei suoi colleghi d’altri tempi. Gli altri clienti in attesa, abituati da anni alle sparate del loro Figaro, intermezzano la farraginosa narrazione con le arie più note dell’Opera rossiniana, eseguendo gli arrangiamenti che si stamparono in Germania nel 1820.

Qualcuno forse si scandalizzerà ma da un barbiere, com’è ormai noto ai più, ci si può aspettare di tutto; anche di sentirlo cimentarsi in un mestiere non suo, interrompendo, ahimè, un delicatissimo "contropelo".

 

CONTATTI:

Associazione culturale Shannara

via Brigata Sassari, 31 – Quartu Sant’Elena (CA)

http://www.shannaraspettacolo.it/

info@shannaraspettacolo.it

Telefono: 0793073905

Box Office – Viale Regina Margherita, 43 – Cagliari-

Telefono: 070657428 (circuito Green Ticket )

Sarconline – via Sulis, 41 – Cagliari

Telefono: 070684275

Teatro Lirico – via Sant’Alenixedda – Cagliari

Telefono 070 4082230

R.A.

Read Full Post »