Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘campione’

surf1

Lungomare Poetto, 5ª fermata

Si è aperta il 13 aprile e si concluderà il 15 maggio il periodo d’attesa valido per lo svolgimento del “The South Coast Surf Challenge 2009”.

I surfisti sardi si daranno battaglia nello specchio d’acqua del Poetto, nel tratto di mare dinnanzi alla quinta fermata, anche se le condizioni del mare potrebbero imporre degli spostamenti in zone del litorale più riparate o in cui le onde s’infrangono meglio e con maggiore potenza.

Gli atleti avranno soltanto dieci onde a disposizione per mostrare le loro capacità e colpire il pubblico, ma soprattutto i giudici, con le manovre più complesse.
Lo spettacolo è certamente garantito e l’occasione per avvicinarsi ad una disciplina ancora poco nota in Italia, ma in continua diffusione, come il surf da onda, è imperdibile. Soprattutto perché la nostra Isola, e la spiaggia del Poetto, vengono ormai considerate vere e proprie tappe obbligate del surf nel Mediterraneo.

La competizione costituisce la seconda tappa del campionato regionale sardo che si concluderà a settembre tra le insidiose onde di Buggerru con la proclamazione del campione e della campionessa nostrani, che potranno accedere , nel 2010, al campionato nazionale tra i top 44, i surfisti più forti dello stivale.
Il 2008 ha visto la vittoria dell’oristanese Vincenzo Ingletto che non rinuncerà certamente a provare a bissare la bella performance dell’anno scorso.

Non potendo prevedere con tanto anticipo le condizione meteo e del mare, la chiamata ufficiale di gara avverrà soltanto 48 ore prima rispetto al giorno stabilito per la competizione e sarà comunicata sul sito del club organizzatore www.wipeout.it , su www.surfingitalia.org, e sulle principali testate e organi di stampa.

(Fonte: ufficio stampa)

Read Full Post »

image

Teatro S.Eulalia – Cagliari

Lunedi 2 Febbraio 2009

Colore – Italia – 1971, Durata: 125 minuti

Un nuovo appuntamento per  “La mutazione 03/lo sguardo del cinema) proposto dal Crogiuolo diretto da Mario Faticoni.

La visione del film sarà preceduta da una conversazione con il critico Gianni Olla, curatore di questa sezione del progetto

Il film racconta la storia di Lulù, campione di cottimo in un’azienda metalmeccanica, si ammazza di fatica e, a casa, non riesce neanche a fare l’amore con la sua compagna. Inutilmente, un vecchio operaio, Militina, ormai in pensione, considerato “matto”, lo avverte che potrebbe anch’egli perdere la ragione. Ossessionato dal consumismo – e spinto dalla moglie a collezionare oggetti “kitch” che paiono dei segni di agiatezza – non vede che il possibile benessere a portata di mano, ma un giorno, in un momento di distrazione, un dito della mano gli viene strappato dall’ingranaggi del tornio. Quando torna in fabbrica, dopo il periodo d’infortunio, è un uomo cambiato: si è unito ai gruppi extraparlamentari che contestano il sindacato, è per l’abolizione del cottimo e per lo sciopero ad oltranza.
Licenziato dopo uno scontro con la polizia, finisce isolato e disperato, fino a che la trattativa sindacale non riesce a farlo riassumere. Destinato alla catena di montaggio, “l’inferno” della fabbrica, racconta ai compagni, il sogno di Militina: una rivolta operaia che abbatte finalmente il muro che li ha lasciati all’inferno. Ma dietro il muro, non c’è il paradiso, ma tutti gli altri operai che hanno smesso di lavorare lì per finire incatenati ad un altro lavoro da dannati.

Regia: Elio Petri, soggetto e sceneggiatura: Elio Petri, Ugo Pirro, fotografia: Luigi Kuiveiller, montaggio: Ruggero Mastroianni , scenografia: Dante Ferretti, musica: Ennio Morricone.

Interpreti: Gian Maria Volontè (Lulù Massa), Mariangela Melato (Lidia), Mietta Albertini (Salvo Randone (Militina), Gino Pernice (il sindacalista), Luigi Diberti (Bassi).
Produzione: Ugo Tucci per Euro International Film.

Orario: 21:00

Biglietteria: Ingresso gratuito

Read Full Post »