Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘emozioni’

io_teatro08_09_small1

Teatro Sant’Eulalia, Vico Collegio 2, Cagliari

Martedi 31 marzo 2009

L’opera racconta di una bambina che viene affidata a delle zie un pò pazze. Queste zie, felici di ospitare la nipotina poco più che neonata, colgono l’occasione per far rivivere quella Memoria Storica fatta di giochi, filastrocche, ninne-nanna, magie e canti che hanno popolato la loro infanzia e che non hanno mai potuto rivolgere ai loro figli in quanto nubili. Questa povera bimba sarà dunque vittima della “follia” benevola delle donne e dalle quali verrà “salvata”, di tanto in tanto, da un nonno ricco di canti e racconti popolari che tanto piacciono alla  piccolina.

Lo spettacolo, spassosissimo e ricco di emozioni, è la dimostrazione che si può raccontare la Memoria Storica mediante quei ricordi, felici e semplici, che hanno accompagnato l’infanzia dei nostri nonni fatta di “giogus”, “Anninnias”, “Contus”; popolata da figure misteriose come “Janas”, “Tiaulus”, “S’ammuttadori”, “S’erchittu”.

Un’infanzia sicuramente povera ma forse per questo ancor più ricca di fantasia e di colore.

( Fonte: SpettacoloSardegna.it)

di: Virginia Garau – Adriana Puddu – Senio Dattena

regia: Virginia Garau

produzione: Tragodia, Mogoro (OR)

Ore: 18.00 solo serale

Informazioni: il Crogiuolo

Tel. 070.663288
Fax 070.657276
ilcrogiuolo@tiscali.it


Read Full Post »

in-and-outTeatro la Vetreria, Via Italia 63, Pirri – Cagliari

Venerdi 3 e Sabato 4 Aprile 2009

La compagnia In and Out Ballet di Alessio Barbarossa in collaborazione con Cada Die Teatro presentano lo spettacolo Tra Danza e Movimento.

La prima parte, Bisogno d’essere, racconta il costante bisogno dell’ uomo di conoscersi e migliorarsi, di spostarsi in nuovi territori, lasciando le proprie tracce, per renderli vivibili e adattarli a se stesso.

La Vita viene rappresentata attraverso il movimento e il respiro, il Teatro con i luoghi e gli ambienti, la Danza è lo strumento che  esprime emozioni e sentimenti vissuti dal coreografo nel corso della sua vita.

La seconda parte, Danza e Mitologia in terra nostra, racconta, attraverso miti e leggende, una parte della storia , della cultura e della religione del popolo sardo. Attraverso la danza si vuole rappresentare la storia mitologica del dio Sardus Pater, la cui madre morì prima di portare a termine la gestazione e fu cucito nella coscia del padre da cui poi nacque. In seguito, tramite la sua potenza divina, trasformò delle piccole api in fate ovvero le Janas che si sparsero nell’isola creando nuove leggende. Tradizione e ricerca si fondono per diventare nutrimento dello spirito e comunicazione di valori.

Il coreografo e gli artisti dedicano questo spettacolo alla memoria di Sandra Porrà

” Sei l’angelo che avvolge la nostra arte”


Sceneggiatura e Coreografie: Alessio Barbarossa

Danzatori: Giada Casula, Sarah Hirsch, Veronica Serra, Sara Corpino, Valentino Porcu, Alessandro Onidi

Anima del Racconto: Paola Cogoni

Testi: Alessio Barbarossa, Paola Cogoni, Maria Elena Perra, Michela Tarica, Roberto Serafini

Voci: Mario Cincotti, Paola Cogoni, Maria Elena Perra

Musiche: Dirk Haubrich Balanescu Quartet, Andrea Parodi, Janas, Alberto Cabiddu

Assistenti Coreografo: Francesca Santagati, Roberto Serafini, Cinzia Lattuca, Elena Coni, Anna Sitzia

Disegno luci: Gianni Schirru

Creazione Audio: Francesco Floris e Alessio Barbarossa

Costumi: Dany Moda e Rudolf

Style e Make up Artist: Elena Coni, Emanuela Coni e Roberto Serafini

Grafica pubblicitaria: Paola Milazzo

Fotografia: Vittorio Greggio

Web Design: Olinda Lampis e Alessio Barbarossa

Ore: 20.30

Biglietto: 10.00 euro

Prevendita: Alessio Barbarossa 3489728289

e-mail: alessiobarbarossa@hotmail.it

e-mail: info@inandoutballet.it

Read Full Post »

mailgooglecom

Centro d’Arte e Cultura Castello San Michele, Via Sirai, Cagliari

Da Venerdì 13 febbraio a Domenica 1 marzo 2009

L’idea di una mostra fotografica sul Carnevale di Venezia nasce dall’esigenza di far conoscere  le  suggestioni, le emozioni e la magia di un Carnevale Veneziano.

Le 70 immagini in mostra  di Pier Paolo Fusciani, fotografo veneziano di nascita, ma sardo d’adozione,documentano lo spirito che anima il carnevale e la sua incredibile capacità di liberare emozioni.

La rassegna fotografica si divide in 4 sezioni: nella prima, la Piazza, immagini tradizionali di costumi e maschere insieme alla folla festosa e multicolore che anima Piazza S. Marco.

Nella sezione Le emozioni , dedicata agli innamorati , le immagini raccontano atmosfere più “intime” e inconsuete, dove la suggestione è molto differente dal gioioso clamore di piazze e campi affollati.

Nella sezione intitolata Gli occhi del Carnevale le immagini raccontano il contatto che avviene con le maschere: il costume, i colori e le fogge, ma poi si concentra sull’unica parte del volto che mantiene la sua mobilità: gli occhi.

L’ultima sezione, Make Up!, descrive la voglia di partecipare al carnevale dal momento stesso in cui si vede la prima maschera. In Piazza San Marco numerosi truccatori che offrono un trucco fantasioso del volto.

Sabato 14 febbraio dalle 16 alle 18.

Carnevalarte

In occasione della mostra sarà attivato, il laboratorio Carnevalarte rivolto a bambini fra i 5 e i 12 anni a cura della Sezione didattica del Consorzio Camù, I partecipanti, dopo una visita animata alla mostra, creeranno un cappello alla maniera di quelli del carnevale veneziano e grazie a un trucco speciale ne rivivranno le magiche atmosfere.

Per tutta la durata della mostra i laboratori si svolgeranno, previa prenotazione, la mattina per le scuole e il pomeriggio dalle 16 alle 18 per i privati.

Orario:

dal Martedì alla Domenica dalle  10 alle 13 e dalle 15 alle 18.

Chiuso il lunedì.

Biglietti: 3,00 euro ( intero),  2,00 euro (ridotto)

Informazioni e prenotazioni:

tel. 070.500656

e-mail: didattica@camuweb.it o castellosanmichele@camuweb.it

Read Full Post »

image

Espace S&P – Via Savoia, 19 – Cagliari

Dal 7 al 22 febbraio 2009

L’esposizione delle opere di Mattia Cogoni è una serie di pitture fortemente impregnate di componenti simboliche, in primis il tema ricorrente della spirale quale rappresentazione della vita, che vedono come protagoniste delle figure femminili ritratte con colori puri che esprimono diversi stati d’animo e che, nelle intenzioni dell’artista, possano spingere il pubblico ad un’autoanalisi e una sincera presa di coscienza delle proprie paure e delle proprie emozioni

Orario: dal martedì alla domenica dalle 19:00 alle 21:00

Ingresso: libero

Contatti per info: 070/658984          www.suoniepause.com

E-mail: info@suoniepause.com

Read Full Post »